CON LO SBLOCCA ITALIA RENZI PREPARA I FUNERALI DELL'ITALIA: guarda il video e capirai perchè

mercoledì 25 febbraio 2015

Domenica 1 marzo 2015--->TREKKING NOTRIV a RG: MARCIA PER IL CLIMA

non mancate domenica 1 marzo appuntamento all'IRMINIO. Il fiume che rischia di essere trivellato in lungo e in largo....PARTECIPATE. INFO claudconti@tiscali.it


La proposta di trekking NO TRIV nasce come protesta contro il nuovo progetto della società Irminio di trivellare nella vallata del fiume Irminio, area tutelata dal piano paesaggistico e ad alta intensità agricola e zootecnica, dopo l’autorizzazione illegittima della Soprintendenza di Ragusa , contro la quale Legambiente Sicilia ha presentato ricorso al Tar. Ma anche per fare pressioni sul comune di Ragusa che, inspiegabilmente, non ha ancora deciso di negare la concessione edilizia per le trivellazioni come è nelle sue possibilità e per difendere le attività agricole e zootecniche, il turismo e il paesaggio. Il petrolio in Sicilia è poco e l’estrazione comporta elevati rischi alle falde idriche come dimostrano l’inquinamento della Fonte Paradiso a Santa Croce Camerina e la scomparsa di una sorgente nella vallata dell’Irminio che riforniva l’acquedotto di Ragusa. La Sicilia avrà un futuro se baserà il suo sviluppo sulla bellezza, sull’agricoltura di qualità, sul turismo e sulle energie rinnovabili che sono il suo vero oro. Il petrolio è incompatibile con un progetto di sviluppo economico basato su scelte di sostenibilità. La Basilicata, regione dove da 25 anni si estrae l’85% del petrolio italiano era povera prima che arrivassero i petrolieri con le loro vuote promesse di ricchezza, e lo è ancora oggi. In più ha visto aumentare rispetto alle altre regioni il numero delle aziende agricole costrette alla chiusura e l’inquinamento. Mentre il turismo non riesce a decollare, tutt’altro.
NO TRIV PERCORSO TREKKING

Figura 1PERCORSO TREKKING NO TRIV


INDICAZIONI PER RAGGIUNGERE IL PUNTO DI PARTENZA DEL TREKKING

Il percorso è di circa 7 km, in buona parte su strada asfaltata e su strada sterrata carrabile agevolmente percorribile sia a piedi che in bicicletta, in piccola parte ( 200 metri ) su sentiero . E’ previsto il guado del fiume Irminio in due punti. E’ necessario arrivare con le macchine a pieno carico , non meno di 4 persone per auto. Da Scicli partenza dal piazzale davanti al cimitero alle ore 9.30 in direzione Santa croce Camerina-Istituto Tecnico Agrario. Dopo circa 4 km, dopo aver superato la cava di argilla che si vede sulla destra su un rettilineo girare a destra e imboccare una strada che si trova difronte ad una casa cantoniera. Posteggiare l’auto sulla destra e portarsi all’inizio del percorso a circa 500 metri. Da Ragusa prendere in direzione Marina di Ragusa . Poco prima della fine della doppia carreggiata con spartitraffico uscire in direzione Donnalucata e procedere sulla S.P. Pizzillo . Dopo 8.5 km alla fine della discesa, all’incrocio girare a sinistra direzione Scicli . Dopo circa 2,5 km prima di affrontare un tornante sulla destra deviare sulla sinistra per i pozzi Irminio. Percorrere la strada asfaltata e superato il campo pozzi e l’azienda zootecnica cominciare a posteggiare sul lato destro della strada. Se sarà utilizzabile un area attrezzata per posteggiare troverete sul posto le opportune indicazioni.

ATTENZIONE

Dopo le abbondanti piogge di questi giorni considerata la piena del fiume Irminio, che nel percorso proposto avrebbe dovuto essere guadato due volte, potrà esserci una modifica del percorso che verrà comunicato tempestivamente.



Nessun commento:

Posta un commento

lascia un tuo commento libero.

...oh Renzi Renzi...dove ti sei cacciato!